Ezio Bosso. Né filosofo né umorista… straordinario musicista

L’intervista di Carlo Conti a Ezio Bosso è una lapalissiana esemplificazione di come le persone che si muovono con l’ausilio di una sedia rotelle (evito volutamente la parola disabile o diversamente abile), possano essere contemporaneamente svalutate (vedi buffetto sulla guancia, mano sul manubrio della carrozzina, sorrisi, risate e commenti compiacenti di Carlo Conti) e messe sul pulpito del maestro di vita, ma raramente si riesce a rapportarvisi alla pari. Ahimé, spesso si cade nella trappola di pensare di essere persone straordinarie perché si vive la realtà difficile della disabilità, ma neanche noi abbiamo le risposte ai grandi temi: la vita, la morte, la malattia, la sofferenza.

Ezio Bosso non è un grande filosofo e, devo dire, non ha neanche le doti del fine umorista, bensì è un compositore ed interprete bravissimo. Non ha grande saggezza, forza interiore o coraggio. Ha semplicemente sconfinati talento e passione per la musica. Quello che tutti additano come straordinarietà è semplicemente la scelta saggia di continuare a fare ciò che ama, di non immobilizzarsi prima che lo faccia la malattia, di vivere emozionandosi, impegnandosi e divertendosi prima che il destino comune a tutti, chi prima e chi poi, si compia anche per lui.

Ognuno di noi può trarre una lezione da Ezio Bosso, ma è una lezione che ci regala del tutto involontariamente attraverso quello che fa piuttosto che con quello che dice… e allora ascoltiamo la sua bellissima canzone “Following a bird”.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-306e05f7-a102-42fb-bf8b-dfeca642a88c.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...